VERSIONE MOBILE
Venerdì 19 Settembre 2014                     
HOME › CRONACHE
© foto di www.imagephotoagency.it
24.06.2012 23:26 di Alessandra Stefanelli articolo letto 1614 volte

LE FORMAZIONI - Motta ha avuto un problema in settimana e Prandelli decide di non rischiarlo. Al suo posto, il ct azzurro lancia Riccardo Montolivo in posizione di trequartista, pronto a ispirare le due punte  Cassano e Balotelli. Confermata la difesa del match contro l'Irlanda, a eccezione dell'infortunato Chiellini, sostituito dal rientrante Barzagli. Centrocampo con Pirlo, De Rossi e Marchisio. Formazione confermata anche da parte di Roy Hogdson, con Welbeck confermato in attacco in tandem con Wayne Rooney.

LA GARA PIU' BELLA - I primi minuti di gara non lasciano dubbi: sarà il quarto di finale più bello di questo Europeo. L'Italia parte con il piglio giusto e già dopo tre minuti va vicinissima alla rete del vantaggio: De Rossi tira fuori dal cilindro una conclusione mostruosa d'esterno destro, spedendo il pallone dritto all'incrocio dei pali. Poi comincia a venir fuori l'Inghilterra, evidentemente scossa dalla grande giocata del centrocampista azzurro. Sul ribaltamento di fronte, pallone in mezzo di Milner per Johnson che tenta la conclusione di prima, trovando la respinta quasi pallanotistica di Buffon. Gli inglesi prendono fiducia e iniziano ad attaccare con maggior continuità. Al 10' grande azione di Rooney, che si beve Abate e crossa in mezzo per Welbeck, anticipato con la punta da Bonucci. Due minuti dopo è ancora Buffon a respingere con i pugni - in maniera non proprio impeccabile - un tiro cross di Cole. Fortunatamente per la difesa azzurra Parker non riesce a ribadire in rete. L'Italia adesso soffre maledettamente: al 14' Johnson crossa in mezzo per Rooney, che di testa manda fuori di un soffio.

PROVACI ANCORA, ITALIA - Gli azzurri faticano a venir fuori, ci provano al 15' con un cross di Balzaretti chiuso in fallo laterale da un onnipresente Gerrard. Al 18' Montolivo prova a mettere in mezzo per Cassano, Hart esce con i tempi giusti e lo anticipa. L'occasione più clamorosa arriva per al 25': Balotelli si ritrova il pallone tra i piedi al limite dell'area, ha la possibilità di tirare indisturbato ma temporeggia, facendosi recuperare da Terry. Ancora Balotelli vicino al gol con una gran girata, anche se troppo centrale, al 31'. Da lì poteva facilmente controllare e scegliere una conclusione meno complicata. Sul ribaltamento di fronte, gran cross di Rooney per Welbeck, che sfondera un gran destro dal limite mandando il pallone alto di poco. Cassano si vede per la prima volta al 37' con un gran tiro a giro dopo un bello scambio con Balotelli: Hart para in due tempi. Ancora un'occasione per gli azzurri al 42': Pirlo serve Cassano, sponda di testa per Balotelli che non riesce a ribadire in rete. Si va negli spogliatoi senza recupero, con il risultato inchiodato sullo 0-0 ma dopo un primo tempo decisamente divertente.

ASSEDIO AZZURRO - La ripresa si apre con un'altra grandissima occasione per gli azzurri, stavolta vanificata da De Rossi: corner di Pirlo, l'Inghilterra libera ma Marchisio rimette in gioco servendo il centrocampista della Roma, che nell'area piccola manda clamorosamente a lato. Adesso è davvero un assedio da parte degli azzurri, che sfiorano ancora il gol con i soliti De Rossi e Balotelli, non troppo precisi davanti alla porta. Al 15' Balotelli ci prova addirittura in rovesciata, mandando ancora alto. Hogdson vede i suoi in difficoltà e opta per il doppio cambio: fuori Milner e Welbeck, dentro Walcott e Carroll. L'Inghilterra adesso è a trazione decisamente più anteriore e al 20' sfiora il gol con Young. Ma il match continua a non sbloccarsi. Anche Prandelli opera il primo cambio: fuori uno spento Cassano, dentro Diamanti. Pochi minuti più tardi, un nuovo cambio, stavolta forzato: De Rossi accusa un problema fisico e lascia il posto a Nocerino. I minuti scorrono e la gara resta inchiodata sullo 0-0. C'è tempo ancora per un'occasione nel finale, stavolta con Nocerino: su di lui si immola Johnson. Al 90' deve lasciare il campo anche uno stremato Abate, al suo posto entra Maggio. In pieno recupero ci prova anche Rooney in rovesciata, ma non c'è più tempo. Si va ai tempi supplementari.

I SUPPLEMENTARI - Terzo cambio anche per Hogdson, che sostituisce Parker con Henderson. Al 5' ci prova Gerrard per Carroll, che viene però fermato per posizione di fuorigioco. Le due squadre sono stanche e faticano a produrre gioco come nel primo tempo, affidandosi prevalentemente ai lanci lunghi. Al minuto 100 Diamanti mette un pallone in mezzo diretto a Nocerino ma lo spedisce direttamente sul palo. Nel finale del primo tempo supplementare ci prova Walcott, niente da fare. Nel secondo tempo supplementare, Balotelli ci prova su punizione, senza successo. I tifosi azzurri esplodono di gioia al 114' quando Nocerino ribadisce in rete di testa un cross perfetto di Diamanti, ma l'arbitro ferma tutto per un fuorigioco che comunque c'è. In campo c'è solo l'Italia fino al 120', ma la palla non ne vuol sapere di entrare. Si va ai calci di rigore.

AVANTI DI RIGORE - Lunghi abbracci in panchina, con i cinque rigoristi che provano a recuperare la concentrazione. Comincia Balotelli, Hart intuisce ma non glielo prende. E' gol. Rigore fotocopia per Gerrard, con Buffon che non ci arriva di un soffio. L'errore arriva al secondo rigore, con Montolivo che manda fuori. Rooney porta l'Inghilterra in vantaggio con bel tiro teso e centrale. Gran cucchiaio di Pirlo, che tiene in vita l'Italia. Sbaglia anche Young, la sfida torna in pareggio. Trasforma anche Nocerino, poi Buffon mette il proprio zampino sul rigore successivo bloccando il tiraccio di Cole. A Diamanti tocca il tiro decisivo, e non lo sbaglia. L'Italia volta in semifinale e supera, anche se solo ai rigori, un'Inghilterra brutta e mai davvero in partita.


Altre notizie - Cronache
CRONACHE, 01.07 22:36 - Temperatura gradevole, ambiente gioioso sugli spalti. Da una parte e dall'altra. Perché una finale è un momento storico, da conservare nel cuore, al di là del risultato. A Kiev si gioca Italia-Spagna. Stadio pieno in ogni ordine di posto, adrenalina a mille. Voglia di...
CRONACHE, 01.07 22:36 - 22:36 - Fine della partita. Spagna nella Storia con un tris di vittorie (Euro 2008, Mondiale 2010, Euro 2012) mai realizzato prima d'ora da nessuna nazionale. Italia sconfitta e umiliata dagli iberici. 91° - Ramos prova il gol con un colpo di tacco da dentro l'area piccola su...
CRONACHE, 28.06 22:38 - Lo hanno criticato, gli hanno detto che non è mai decisivo. Lui ha risposto sul campo come meglio non avrebbe potuto. Mario Balotelli risponde alle punzecchiature con una doppietta che schiaccia la Germania e porta l'Italia in finale. Nei minuti iniziali gli azzurri sono timidi e...
CRONACHE, 28.06 22:38 - 22:38 - Finisce il secondo tempo. Italia in finale! 93° - Ammonito Hummels nella Germania. 90° GOL DI OZIL! LA GERMANIA ACCORCIA! Ozil calcia bene in diagonale e batte Buffon che aveva intuito. 90° - Rigore per la Germania! Balzaretti tocca di mano e regala alla Germania...
CRONACHE, 27.06 23:27 - LE FORMAZIONI - Né Fernando Torres né Cesc Fabregas. Vicente Del Bosque sorprende ancora una volta tutti e sceglie Álvaro Negredo al centro dell'attacco. A completare il 4-3-3 troviamo David Silva e Andres Iniesta, per il resto la formazione è quella annunciata...
L'ITALIA VINCERà EURO 2012?
  Sì
  No

EURO 2012: IMPRESSIONI DI FINE CORSA

Partito come un frugale picnic in campagna, di quelli con la tovaglia a quadri, il fiasco di vino e poche pretese, l'Europeo dell'Italia si è trasformato in maniera graduale ma esaltante in una cena di gala, dove quattro b...

CRACOVIA, LA LIBIDINE DEL GIORNO DOPO

La libidine del giorno dopo. Siamo in finale ad Euro 2012, non l’avrei mai detto prima di partire. Ma questa Nazionale ha saputo stupire, farsi amare, incondizionatamente. Il sole che riscalda il venerdì cracoviano è...
Get Adobe Flash player

DISFATTA ITALIA, A KIEV FINISCE 4-0: LA SPAGNA È CAMPIONE D'EUROPA

Temperatura gradevole, ambiente gioioso sugli spalti. Da una parte e dall'altra. Perché una finale è un momento storico, da conservare nel cuore, al di là del risultato. A Kiev si gioca Italia-Spagna. Stadio pieno in ogni ordine di posto, adrenalina a mille. Voglia di portare...

TOP XAVI, FLOP BUSQUETS. ITALIA-SPAGNA 0-4: LE PAGELLE IBERICHE

Casillas 6,5 - Attente sulle violente ma centrali conclusioni da fuori degli azzurri. Nella ripresa bravissimo su Di Natale. Jordi Alba 7 - Giocatore trasformato rispetto alla prima gara del girone. Li fu uno dei peggiori, oggi è tra i migliori, con la grande soddisfazione della rete, la...

MARIO, FINALMENTE SUPER!

Il secondo gol di Balotelli alla Germania è di quelli che uno sogna fin da bambino. Corri tutto solo, l'avversario arranca a qualche metro di distanza. Hai tutta la porta davanti, un muro di tifosi tedeschi davanti agli occhi. Neuer e la sua maglietta accecante ti aspettano e tu controlli...
Girone A
Girone B
Girone C
Girone D