VERSIONE MOBILE
Sabato 1 Novembre 2014                     
HOME › CRONACHE
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
22.06.2012 22:40 di Tommaso Maschio articolo letto 1557 volte

LE FORMAZIONI – Low cambia quasi tutto l'attacco inserendo Klose come centravanti, Reus e Schurrle esterni al fianco di Ozil sulla trequarti. Per il resto tutto confermato con Schweisteiger e Khedira in mezzo e Boateng, Hummels, Badstuber e Lahm a difesa di Neuer. Nella Grecia assente Gekas che siede in panchina con Ninis al suo posto al fianco di Salpingidis e Samaras. In mezzo al campo Katsouranis e Maniatis sarà affiancato da Makos. In difesa Torosidis, Papadopoulos, Papasthatopoulos e Tzavellas davanti a Sifakis.

ASSEDIO TEDESCO – La Germania spinge fin dai primi secondo con le due ali che spingono e tagliano di continuo assecondando i passaggi e i movimenti di Ozil e poi servendo Klose a centro area. Dopo appena 3 minuti si contano già due occasioni nitide e un gol annullato – a Klose per fuorigioco - per la squadra tedesca. Poco dopo il 20° la Germania sfiora il gol a ripetizione con Ozil, Klose e Reus – il più attivo in attacco – che però si dimostrano poco freddi e lucidi negli ultimi venti metri tenendo in gara la Grecia. Gli ellenici provano ogni tanto ad alleggerire la pressione con qualche contropiede di Samaras e Salpingidis, ma non riesce mai ad arrivare al tiro verso la porta di Neuer che si limita ad un paio di disimpegni di piede.

LAHM SBLOCCA LA GARA – La Germania fatica ad entrare in area visto che la Grecia difende con praticamente 8 uomini più il portiere e si affida così alle conclusioni da fuori. Khedira impegna e mette a nudo i limiti di Sifakis poco oltre la mezzora, mentre al 38° ci pensa il terzino e capitano Lahm a sbloccare l'incontro: il giocatore evita la marcatura di Ninis, recupera palla e calcia da fuori area battendo un Sifakis ancora una volta non perfetto nell'intervento per l'1-0 tedesco. Nel finale la Germania sfiora il gol con Schurrle scatenato sulla sinistra che però non ha fortuna nelle conclusioni dal limite che per due volte finiscono fuori per pochi centimetri.

RISCOSSA GRECIA – Nella ripresa si riparte con la Grecia che ha un attaccante in più – Gekas – per provare a mettere pressione alla difesa tedesca. Il copione non cambia con la Germania che domina, ma spesso gioca in maniera troppo superficiale e supponente, e la squadra di Santos che agisce solo di rimessa sfruttando qualche errore di disimpegno degli uomini di Low. Proprio da un contropiede dopo 10 minuti dall'inizio della ripresa la Grecia pareggia: Salpingidis vola sulla destra e mette in mezzo per Samaras che in spaccata anticipa Neuer e Boateng e infila il pallone in rete.

RISPOSTA TEDESCA – La Germania si rialza però subito e dopo appena 6 minuti torna avanti con un gran gol di Khedira. Azione manovrata dei tedeschi che aggirano tutta l'area da sinistra a destra portando Boateng al cross. Sul pallone come un falco si getta il centrocampista del Real che al volo mette di potenza alle spalle di Sifakis. Pochi minuti dopo da una punizione di Ozil dalla destra arriva anche il tris tedesco con Klose che anticipa Sifakis, in libera uscita, e mette in rete il gol che chiude la gara. Al 76° arriva anche il poker tedesco con Reus che è bravo a seguire il taglio di Klose in profondità e approfittare della respinta con il corpo di Sifakis sul tiro del laziale per mettere dentro a porta vuota e blindare così il risultato. A rendere meno amara la sconfitta ci pensa Salpingidis che dagli undici metri   batte Neuer e porta a -2 la Grecia.


TRIPLICE FISCHIO – Partita a due facce della Germania che nel primo tempo domina a lungo, ma sbaglia troppo in mezzo al campo con uno Schweinsteiger che appare stanco e con le idee offuscate e perde tanti palloni. In avanti i tedeschi faticano inoltre a sfondare il muro dei 10 uomini a protezione di Sifakis riuscendoci solo nel finale con una conclusione da fuori di Lahm. Poi il gol della Grecia in contropiede risveglia l'ardore tedesco che porta la squadra a segnare 3 reti in un quarto d'ora chiudendo la partita e la qualificazione. Non convince la difesa, che appare troppo morbida nei contrasti, e la fase difensiva in generale, mentre davanti - nonostante un attacco cambiato per tre quarti – la Germania si dimostra micidiale e cinica al netto dei tanti errori commessi. Contro avversari di altri livello – Italia o Inghilterra – la squadra di Low dovrà però dimostrarsi più tosta in difesa e in mezzo al campo. La Grecia gioca la sua gara generosa tenendo testa per quasi un'ora alla stra favorita Germania per poi crollare come un castello di carte sotto i colpi di Klose e compagni. Male il portiere Sifakis, protagonista di interventi goffi e controproducenti che mettono sempre in difficoltà la difesa ellenica. Da elogiare invece Samaras l'ultimo ad arrendersi fra i suoi lottando e correndo anche quando la gara è ormai in archivio.


Altre notizie - Cronache
CRONACHE, 01.07 22:36 - Temperatura gradevole, ambiente gioioso sugli spalti. Da una parte e dall'altra. Perché una finale è un momento storico, da conservare nel cuore, al di là del risultato. A Kiev si gioca Italia-Spagna. Stadio pieno in ogni ordine di posto, adrenalina a mille. Voglia di...
CRONACHE, 01.07 22:36 - 22:36 - Fine della partita. Spagna nella Storia con un tris di vittorie (Euro 2008, Mondiale 2010, Euro 2012) mai realizzato prima d'ora da nessuna nazionale. Italia sconfitta e umiliata dagli iberici. 91° - Ramos prova il gol con un colpo di tacco da dentro l'area piccola su...
CRONACHE, 28.06 22:38 - Lo hanno criticato, gli hanno detto che non è mai decisivo. Lui ha risposto sul campo come meglio non avrebbe potuto. Mario Balotelli risponde alle punzecchiature con una doppietta che schiaccia la Germania e porta l'Italia in finale. Nei minuti iniziali gli azzurri sono timidi e...
CRONACHE, 28.06 22:38 - 22:38 - Finisce il secondo tempo. Italia in finale! 93° - Ammonito Hummels nella Germania. 90° GOL DI OZIL! LA GERMANIA ACCORCIA! Ozil calcia bene in diagonale e batte Buffon che aveva intuito. 90° - Rigore per la Germania! Balzaretti tocca di mano e regala alla Germania...
CRONACHE, 27.06 23:27 - LE FORMAZIONI - Né Fernando Torres né Cesc Fabregas. Vicente Del Bosque sorprende ancora una volta tutti e sceglie Álvaro Negredo al centro dell'attacco. A completare il 4-3-3 troviamo David Silva e Andres Iniesta, per il resto la formazione è quella annunciata...
L'ITALIA VINCERà EURO 2012?
  Sì
  No

EURO 2012: IMPRESSIONI DI FINE CORSA

Partito come un frugale picnic in campagna, di quelli con la tovaglia a quadri, il fiasco di vino e poche pretese, l'Europeo dell'Italia si è trasformato in maniera graduale ma esaltante in una cena di gala, dove quattro b...

CRACOVIA, LA LIBIDINE DEL GIORNO DOPO

La libidine del giorno dopo. Siamo in finale ad Euro 2012, non l’avrei mai detto prima di partire. Ma questa Nazionale ha saputo stupire, farsi amare, incondizionatamente. Il sole che riscalda il venerdì cracoviano è...
Get Adobe Flash player

DISFATTA ITALIA, A KIEV FINISCE 4-0: LA SPAGNA È CAMPIONE D'EUROPA

Temperatura gradevole, ambiente gioioso sugli spalti. Da una parte e dall'altra. Perché una finale è un momento storico, da conservare nel cuore, al di là del risultato. A Kiev si gioca Italia-Spagna. Stadio pieno in ogni ordine di posto, adrenalina a mille. Voglia di portare...

TOP XAVI, FLOP BUSQUETS. ITALIA-SPAGNA 0-4: LE PAGELLE IBERICHE

Casillas 6,5 - Attente sulle violente ma centrali conclusioni da fuori degli azzurri. Nella ripresa bravissimo su Di Natale. Jordi Alba 7 - Giocatore trasformato rispetto alla prima gara del girone. Li fu uno dei peggiori, oggi è tra i migliori, con la grande soddisfazione della rete, la...

MARIO, FINALMENTE SUPER!

Il secondo gol di Balotelli alla Germania è di quelli che uno sogna fin da bambino. Corri tutto solo, l'avversario arranca a qualche metro di distanza. Hai tutta la porta davanti, un muro di tifosi tedeschi davanti agli occhi. Neuer e la sua maglietta accecante ti aspettano e tu controlli...
Girone A
Girone B
Girone C
Girone D

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.