Burgnich non ha dubbi:

Burgnich non ha dubbi: "Il Portogallo e l'Italia hanno mandato lo stesso messaggio ad Euro 2016"

© foto di Image Sport
 di Fabio Tarantino Twitter:  articolo letto 458 volte

La vittoria dei campionati europei nelle parole di Tarcisio Burgnich, grande ex calciatore senza peli sulla lingua. "Diciamo subito che ieri sera dopo l'entrata di Payet su Cristiano Ronaldo non c'è stata neanche l'ammonizione. L'arbitro non vedeva? Il rischio è che a Cristiano sia partito il collaterale. In ogni caso - continua a Tuttomercatoweb.com - la Francia ha giocatori di maggior caratura tecnica però non sempre si vince pensando di essere superiori. Càpita di incontrare squadre che con la forza dell'unione riescono a metterti in difficoltà".

Il Portogallo comunque ha meritato? "E' difficile dirlo perchè in un campionato di squadre di club se vinci dopo 35 gare allora hai certamente meritato. In queste competizioni come Europei e Mondiali puoi aspettarti qualche sorpresa. Francia e Germania erano superiori ma se hai spirito e voglia di batterti ce la puoi fare".

Quindi il messaggio che arriva dal Portogallo quale è? "E' lo stesso messaggio che conte ha dato con l'Italia. Se si gioca tutti insieme si vince anche da inferiori. Se invece giocano in 6-7 e gli altri stanno a guardare allora vai a casa. serve il gruppo, coeso, lo spogliatoio, la voglia di aiutarsi sempre in campo".