Svezia, Hamren:

Svezia, Hamren: "Non penso che una piccola nazione come la nostra possa trovare un altro Ibra"

 di Mattia Zangari Twitter:  articolo letto 387 volte

Si è concluso ieri, solo dopo tre partite, l'Europeo della Svezia, che oltre a dover salutare il torneo continentale ha detto addio al suo uomo simbolo, Zlatan Ibrahimovic. Di questi due temi, e di molto altro, ha detto la sua a fine partita il ct Erik Hamrén, che non ha drammatizzato l'eliminazione: "Prima della partita abbiamo parlato dell'onore di rappresentare la Svezia qui. Non avrei potuto chiedere di più ai miei ragazzi. Sono orgoglioso di loro anche se abbiamo perso. Nelle ultime partite non abbiamo giocato male, ma non siamo riusciti a sfruttare le occasioni".

Chiosa doverosa per l'addio di Ibrahimovic dalla Nazionale: "Ho sperato in un finale migliore per Zlatan, così come per Isaksson e Källström, anche loro al capolinea con la Svezia. Trovare un nuovo Zlatan? No, lui è speciale, è unico! Non penso che in una piccola nazione come la Svezia si possa trovare un giocatore come lui".