Italia, Tacchinardi:

Italia, Tacchinardi: "La Spagna non è imbattibile, possiamo vincere"

© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
 di Simone Lorini articolo letto 1596 volte

Alessio Tacchinardi ai microfoni di Radio Manà Manà Sport introduce alla finale di Euro 2012: “La Spagna non è imbattibile, penso che si possa vincere. L’Italia se lo merita. Pirlo è più in forma di Xavi. Ha fatto una stagione impressionante, in questo momento il centrocampo dell’Italia è migliore rispetto a quello della Spagna. Mi auguro che per Balotelli sia arrivato il momento della svolta. Ha un carattere ancora instabile ma ha tanto potenziale. E’ ancora un ragazzo di 21 anni, ma spero che la doppietta contro la Germania gli dia più consapevolezza. Balotelli potrebbe fare ancora molto meglio rispetto a Cassano. La reazione di Buffon? Lo conosco da anni, me l’aspettavo. Anzi secondo me nello spogliatoio ha fatto ancora più ‘casino’. Nel calcio - continua Tacchinardi - non ti regala niente nessuno, uno come Buffon serve sempre perché è un Campione del Mondo e ha rimesso tutti in riga nonostante l’euforia generale. Mi è piaciuta la sua reazione. Prandelli è un mix tra Lippi e Ancelotti, nella gestione del gruppo è fantastico. E’ stato determinante, contro la Germania ha fatto un capolavoro. Il ct ha portato una nuova mentalità e adesso l’Italia gioca, vince e diverte. Contro la Spagna Prandelli cambierà tutto rispetto alla gara contro la Spagna contro il girone, quella era una squadra ancora timorosa. Quella di domenica sarà una partita diversa. Alla Spagna non si può cercare di togliere il possesso palla, l’Italia deve essere brava ad attaccare quando deve e quando può. Hanno pochi punti deboli ma questa volta c’è fiducia”.