<i>Engexit</i> a Nizza: l'Islanda non è un bluff e vince 2-1. I vichinghi ai quarti

Engexit a Nizza: l'Islanda non è un bluff e vince 2-1. I vichinghi ai quarti

 di Alessandro Cavasinni Twitter:  articolo letto 549 volte

L'Islanda è una squadra, l'Inghilterra una lontana parente di una squadra. E allora la logica conseguenza è che la nazionale guidata da Lagerback vince e accede ai quarti di finale, mentre quella di Hodgson dice addio al torneo. L'uscita dall'Europa, evidentemente, è una moda di questi giorni.

Eppure erano stati gli inglesi a partire meglio, con il rigore su Sterling causato da un'uscita avventata di Halldorsson: Rooney non fallisce e fa 1-0 al 5'. Ma passa un minuto ed ecco l'1-1 siglato da Ragnar Sigurdsson dopo rimessa lunga spizzata da Arnason. Inglesi in apnea e al 19' ecco il 2-1, con Hart colpevole sul tiro non impossibile di Sigthorsson.

Nella ripresa comanda la confusione. Hodgson ci capisce poco, i cambi non sortiscono effetti e, anzi, è ancora l'Islanda a sfiorare il tris in più di un'occasione. Solo nel finale, con l'ingresso di Vardy e Rashford, Halldorsson corre qualche brivido su un paio di mischie, ma il pari non arriva e a Nizza esplode la gioia vichinga.