Euro 2016, incidenti Repubblica Ceca-Croazia: dal prefetto di St. Etienne arrivano le accuse alla UEFA

Euro 2016, incidenti Repubblica Ceca-Croazia: dal prefetto di St. Etienne arrivano le accuse alla UEFA

 di Mattia Zangari Twitter:  articolo letto 413 volte

Evence Richard, prefetto di St. Etienne, ha incolpato la UEFA degli incidenti avvenuti venerdì allo stadio Geoffroy-Guichard durante Repubblica Ceca-Croazia, quando, al minuto 41' del secondo tempo, la partita è stata sospesa dall'arbitro Mark Clattenburg a causa del fitto lancio di oggetti, bombe carta e bengala in campo. Parlando ai media locali, Richard ha affermato che il massimo organismo calcistico europeo avrebbe dovuto aggiungere "tra i 150 e i 200" agenti allo stadio "per soddisfare adeguatamente la sua missione, aggiungendo che "ai tifosi è stato permesso di entrare nello stadio 30 minuti più tardi, un cancello è rimasto chiuso e tra i due e i tremila spettatori non sono potuti entrare quando la gara è iniziata".